Ristorazione e impiego di personale straniero. Opportunità e impatti operativi

Come sta cambiando il mercato del lavoro e qual è l’impatto operativo dell’impiego di Personale Straniero nel Settore Ristorativo.

La globalizzazione ha portato a un aumento della diversità culturale sia tra i clienti sia tra i colleghi. 

Nel settore turismo in Italia, il 23,9% dei lavoratori dipendenti è straniero, corrispondente a 246.467 lavoratori in media all’anno (2022). Questo dato mostra una significativa presenza di lavoratori stranieri nel settore. La distribuzione di questi lavoratori varia nel corso dell’anno, oscillando da un minimo di 141.354 (rilevato nel mese di febbraio ‘21) a un massimo di 335.789 (nel mese di agosto ‘21)​​. Questa variazione può essere attribuita alla stagionalità del settore turistico, che vede un aumento del numero di lavoratori durante i mesi estivi, periodo di picco per il turismo in Italia.

Oltre la metà dei dipendenti stranieri del settore (54,3%) è impiegato in quattro regioni: Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Lazio. A livello di grande ripartizione territoriale è nel nord-est che si concentra maggiormente l’occupazione degli stranieri all’interno delle imprese del turismo (28,7%), seguito dal nord-ovest (27,4%). Nelle regioni del centro Italia il 26,6% dei dipendenti è straniero, mentre al sud e nelle isole la presenza del lavoro degli stranieri è piuttosto limitata (13,4%). 

C’è da rilevare, che proprio per effetto della globalizzazione, la tendenza di impiego di personale straniero è in costante aumento.

Si tratta un fenomeno in crescita che vede l’impiego di personale straniero in ruoli chiave come camerieri e staff di cucina. 

Questa tendenza non è solo una risposta alle dinamiche del mercato del lavoro, ma riflette anche una realtà globale in cui la mobilità e il multiculturalismo stanno diventando sempre più norma. Il settore ristorativo, uno dei pilastri dell’economia e della cultura, non è rimasto immune a queste trasformazioni.

Facciamo luce sui vantaggi e sulle sfide pratiche di questa tendenza, considerando anche alcuni spunti su come gestori e proprietari di ristoranti possono considerare questo paesaggio in una forma di evoluzione continua.

Esplorando gli aspetti positivi, le difficoltà incontrate, e le strategie adottate per superarle, ci proponiamo di fornire una visione equilibrata e dettagliata che possa servire da guida per chi opera nel settore ristorativo, un settore che continua a svolgere un ruolo vitale nella nostra società.

Devi formare i tuoi camerieri e farlo nella loro lingua!

 

Benefici dell’Impiego di Personale Straniero

1. Competenze Linguistiche e Culturali

Uno dei principali vantaggi dell’impiego di personale straniero nel settore ristorativo è la loro capacità di interagire con una clientela sempre più internazionale. La conoscenza di lingue diverse dall’italiano non è solo un bene per comunicare con i clienti stranieri, ma arricchisce anche l’atmosfera e l’autenticità dell’esperienza culinaria. I lavoratori provenienti da diverse culture possono offrire prospettive uniche e migliorare l’interazione con i clienti, facendo sentire i visitatori internazionali più a loro agio e apprezzati.

2. Arricchimento del Menù

La diversità in cucina non si limita solo alla varietà di piatti serviti, ma si estende anche alle tecniche culinarie e agli stili di presentazione. I cuochi stranieri possono introdurre metodi di cottura tradizionali e ingredienti esotici, arricchendo il menù con piatti autentici e innovativi. Questa diversità culinaria non solo attrae una clientela più ampia, ma

stimola anche un ambiente creativo in cucina, incoraggiando lo scambio di idee e l’innovazione. In un settore in cui la concorrenza è spesso feroce, offrire un’esperienza culinaria unica può essere un fattore decisivo per il successo di un ristorante.

3. Flessibilità e Disponibilità

Un altro aspetto positivo dell’impiego di personale straniero nel settore ristorativo è la loro spesso maggiore disponibilità a lavorare in orari flessibili o non standard. Questa flessibilità è particolarmente preziosa in un settore noto per i suoi orari di lavoro prolungati e irregolari. I lavoratori stranieri, specialmente quelli che sono nuovi in un paese e desiderosi di stabilirsi, tendono a essere più disposti ad accettare turni serali, notturni o durante i fine settimana, periodi in cui può essere più difficile trovare personale locale. Questa disponibilità può aiutare i ristoranti a mantenere un servizio efficiente e continuo, soprattutto in momenti di picco o durante eventi speciali.

È evidente che l’impiego di personale straniero nel settore ristorativo offre numerosi vantaggi operativi. Dalle competenze linguistiche e culturali all’arricchimento del menù, fino alla flessibilità lavorativa, questi lavoratori possono giocare un ruolo cruciale nel definire il successo e l’unicità di un ristorante. Tuttavia, come vedremo nella prossima sezione, ci sono anche sfide e ostacoli da considerare e superare.

 

Sfide e Ostacoli

1. BARRIERE LINGUISTICHE E DI COMUNICAZIONE

Una delle sfide più evidenti nell’impiegare personale straniero in un ristorante è la barriera linguistica. La comunicazione efficace è vitale in un ambiente frenetico come la cucina di un ristorante, dove i tempi di risposta rapidi sono essenziali. Le difficoltà linguistiche possono portare a malintesi, ritardi nella preparazione dei piatti, o errori nell’ordinazione. Inoltre, la formazione del personale può diventare più complessa e richiedere più tempo, influenzando l’efficienza operativa generale.

2. ADATTAMENTO CULTURALE E NORMATIVO

Il personale straniero deve adattarsi non solo alla lingua, ma anche alle norme culturali e lavorative del paese ospitante. Questo può includere aspettative diverse riguardo alla puntualità, allo stile di lavoro, alla gerarchia e al rapporto con i colleghi e i clienti. Inoltre, i gestori dei ristoranti devono navigare tra le complesse normative legali relative ai visti di lavoro e ai permessi di soggiorno, assicurandosi che il loro personale sia impiegato in modo conforme alla legge.

3. GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

La gestione di una forza lavoro culturalmente diversificata può richiedere un impegno aggiuntivo in termini di risorse umane. Questo include la necessità di politiche di lavoro inclusive, formazione interculturale per il personale esistente e nuove strategie di reclutamento. I costi operativi possono aumentare a causa di queste esigenze aggiuntive, e i gestori dei ristoranti devono bilanciare questi costi con i benefici di avere un team diversificato.

 

Esperienze di Successo

Per comprendere come queste sfide possano essere superate, possiamo analizzare il caso di “La Cucina Globale”, un ristorante italiano situato a Roma che ha guadagnato popolarità grazie alla sua forza lavoro internazionale.

1. SUPERARE LE BARRIERE LINGUISTICHE

“La Cucina Globale” ha implementato un programma di formazione linguistica e di formazione professionale in lingua “madre” per il suo personale. Ha fornito sia corsi di italiano base per i nuovi arrivati che corsi di inglese per tutto il team. Inoltre, hanno sviluppato un manuale di comunicazione visiva in cucina, utilizzando simboli e immagini per standardizzare le istruzioni operative. Inoltre, tutti i camerieri hanno seguito corsi di servizio nella loro lingua madre.

2. ADATTAMENTO E INTEGRAZIONE CULTURALE

Il ristorante ha istituito workshop regolari e corsi online ad hoc incentrati sulla comprensione culturale, mirati a costruire un team coeso e rispettoso delle diverse background. Tutto ciò è stato utile per sensibilizzare il personale ai diversi stili di lavoro e per favorire un ambiente di lavoro inclusivo.

3. STRATEGIE DI GESTIONE HR EFFICACI

Hanno inoltre collaborato con consulenti legali per garantire la conformità con le normative sui visti di lavoro e ha introdotto politiche HR flessibili per accomodare le esigenze del suo personale internazionale. Hanno anche creato un programma di mentorship, in cui i membri del team più esperti aiutano i nuovi arrivati a integrarsi nella cultura del ristorante e nella società più ampia.

Grazie a questi approcci, non solo hanno superato le sfide operative, ma sono anche riusciti a creare un’atmosfera unica e accogliente che attira una clientela diversificata e fedele. 

Questo caso dimostra come, nonostante i problemi, l’impiego di personale straniero possa essere un vantaggio significativo per i ristoranti, portando innovazione, diversità e un’esperienza culinaria arricchita.

 

Devi formare i tuoi camerieri e farlo nella loro lingua!

Impatto sul Mercato del Lavoro Locale

1. CONCORRENZA E OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER I LOCALI

L’impiego di personale straniero nei ristoranti può influenzare il mercato del lavoro locale in modi complessi. Da una parte, aumenta la concorrenza per le posizioni disponibili, potenzialmente rendendo più difficile per i lavoratori locali trovare impiego nel settore. D’altra parte, la presenza di lavoratori stranieri può stimolare la crescita economica e creare nuove opportunità di lavoro, non solo nei ristoranti, ma anche in settori collegati come la fornitura di alimenti e bevande, il marketing e la gestione degli eventi.

2. EFFETTI SUI SALARI E SULLE CONDIZIONI DI LAVORO

L’introduzione di lavoratori stranieri nel mercato del lavoro può anche avere un impatto sui salari e sulle condizioni di lavoro. Se da un lato può portare a una competizione salariale, d’altra parte può anche stimolare i ristoranti a migliorare le condizioni di lavoro per attrarre e trattenere i migliori talenti, indipendentemente dalla loro origine.

3. SVILUPPO DI NUOVE COMPETENZE TRA I LAVORATORI LOCALI

L’interazione con colleghi di diverse culture e background può stimolare i lavoratori locali a sviluppare nuove competenze, come la padronanza di lingue straniere o la familiarità con diverse pratiche culinarie. Questo arricchimento di competenze può aumentare la loro impiegabilità sia a livello locale che internazionale.

 

Tendenze Future e Conclusioni

PREVISIONI SUL FUTURO DEL SETTORE

Guardando al futuro, è probabile che la tendenza verso una forza lavoro sempre più internazionale nel settore ristorativo continui, data la crescente globalizzazione e mobilità della forza lavoro. Questo porterà a un maggiore scambio culturale e culinario, contribuendo all’innovazione nel settore.

Impatto a Lungo Termine sul Settore Ristorativo

A lungo termine, la diversità del personale potrebbe diventare una caratteristica distintiva del settore ristorativo, portando a un’evoluzione continua delle pratiche culinarie e di servizio. I ristoranti che sapranno integrare efficacemente personale straniero e locale potranno beneficiare di una maggiore creatività, flessibilità e appeal internazionale.

L’impiego di personale straniero nel settore ristorativo rappresenta una sfida operativa ma anche un’opportunità significativa. 

Se da un lato i gestori di ristoranti devono navigare tra le complessità legali e culturali, i benefici in termini di diversità, innovazione e flessibilità del lavoro possono portare a una crescita e a un successo sostenuti. La chiave sta nel bilanciare le opportunità e le sfide, creando un ambiente di lavoro che valorizzi e rispetti tutte le culture e le competenze.

L’integrazione di personale straniero nel settore ristorativo non è solo una necessità imposta dalle dinamiche del mercato del lavoro, ma anche un’opportunità per arricchire l’offerta culinaria e l’esperienza del cliente. 

Con la giusta gestione, formazione e sensibilità culturale, i ristoranti possono trasformare le sfide operative in vantaggi competitivi, fornendo ai clienti esperienze gastronomiche diverse e di alta qualità. In definitiva, la diversità del personale può diventare uno dei pilastri su cui costruire il successo futuro del settore ristorativo.

Leggi anche questo articolo: “Quanto guadagna un cameriere in Italia”.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli

Richiedi informazioni e scopri i vantaggi esclusivi dei piani di partnership

Ti presentiamo

Corsi prodotti da ed esclusivamente per Convivier. Tu e / o il tuo team avrete accesso a tutti i corsi Business in maniera illimitata, dove e quando vorrete con un abbonamento senza impegni e che si può disdire in qualsiasi momento.