Quanto guadagna un Cameriere in Italia

Lo stipendio minimo e massimo dei camerieri

DA COSA DIPENDE UNA MIGLIORE RETRIBUZIONE? DIAMO UNO SGUARDO DETTAGLIATO SU STIPENDI E CONDIZIONI LAVORATIVE.

Nel variegato panorama della ristorazione italiana, la figura del cameriere riveste un ruolo fondamentale. I camerieri sono il volto dell’ospitalità, elementi chiave per assicurare un’esperienza culinaria indimenticabile. 

Tuttavia, nonostante l’importanza di questa professione, c’è molta curiosità e spesso scarsa conoscenza riguardo a quanto guadagni realmente un cameriere in Italia

In questo rapporto, ci immergeremo nel mondo della ristorazione per scoprire non solo lo stipendio medio di un cameriere nelle diverse regioni del Bel Paese, ma anche per esaminare le dinamiche che influenzano questi guadagni, come le ore di lavoro, i tipi di contratto e le opportunità di crescita professionale nel settore.

La ristorazione in Italia è caratterizzata da una vasta diversità, spaziando dai piccoli caffè alle lussuose location stellate Michelin. Ogni ambiente offre un’esperienza lavorativa unica, con stipendi e condizioni che variano significativamente. Tali differenze sono influenzate dalla tipologia e prestigio del locale, oltre che dalla regione, con città come Milano e Roma che generalmente offrono stipendi più elevati rispetto a zone meno turistiche.

Inoltre, il ruolo del cameriere ha subìto una trasformazione negli ultimi anni, con un crescente riconoscimento delle competenze richieste e delle sfide che questo lavoro comporta.

Secondo il rapporto della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE) del 2021, ci sono state 146.000 aziende nel settore che hanno impiegato complessivamente 796.520 lavoratori dipendenti nel corso dell’anno.

Questo rapporto mira a fornire un’analisi approfondita e aggiornata di questi aspetti, offrendo una panoramica completa che va dallo stipendio minimo per un aiuto cameriere fino alle possibilità di carriera per un professionista esperto nel settore. 

Stipendio Medio di un Cameriere in Italia

Il settore della ristorazione in Italia è notoriamente diversificato, influenzando direttamente gli stipendi percepiti dai camerieri nelle varie regioni. Questo settore, che si estende dai piccoli bar e ristoranti familiari fino agli esclusivi ristoranti stellati, presenta una gamma di compensi che variano significativamente in base a numerosi fattori.

PANORAMA NAZIONALE DEGLI STIPENDI

A livello nazionale, i camerieri italiani hanno stipendi medi che variano notevolmente. Le città più grandi e turistiche come Milano, Roma e Firenze offrono stipendi più elevati, con una media di 1.200-1.500 euro al mese per i camerieri a Milano, mentre in città più piccole o meno turistiche, gli stipendi possono scendere a circa 1.000 euro al mese.

È essenziale considerare che questi dati possono essere influenzati da variabili come l’orario di lavoro e l’esperienza del lavoratore.

Dall’analisi del documento “2022 Osservatorio Mercato del Lavoro Turismo – XIV Rapporto” elaborato dalla FIPE su dati ISTAT e INPS, i dati relativi alle retribuzioni medie annue dei lavoratori nel settore dei servizi ricettivi in Italia nel 2021, forniscono un’indicazione delle retribuzioni medie annue dei camerieri che abbiamo riassunto in questa tabella:

Comparto Giornate Retribuite Medie Retribuzione Giornaliera (Euro) Retribuzione Annuale (Euro) Retribuzione Annuale Standardizzata (Euro)
Servizi Ricettivi 144 84 12.012 20.808

Scarica la versione completa del Report sulla Retribuzione dei camerieri in Italia

Fattori che Influenzano lo Stipendio

Diversi fattori contribuiscono a determinare lo stipendio di un cameriere in Italia. Esaminiamo come la location, il tipo di ristorante e altri elementi influenzano i guadagni.

  • Location e Tipo di Ristorante: La location e il tipo di ristorante sono fattori determinanti per gli stipendi dei camerieri. I ristoranti situati nelle zone centrali delle grandi città o in destinazioni turistiche tendono a offrire salari più alti a causa della maggiore affluenza di clienti e del più elevato costo della vita nelle città principali. Inoltre, i ristoranti di lusso o quelli con stelle Michelin solitamente offrono stipendi più elevati rispetto ai piccoli ristoranti familiari o bistrot, grazie alla maggiore specializzazione richiesta e al livello di servizio atteso in questi contesti più esclusivi.
  • Flusso Turistico e Stagionalità: il turismo ha un impatto significativo sugli stipendi nel settore della ristorazione. Le città ad alto flusso turistico, come Venezia, Roma e Firenze, offrono maggiori opportunità di guadagno per i camerieri, soprattutto durante la stagione turistica. La stagionalità è anch’essa cruciale, poiché i camerieri in luoghi turistici possono beneficiare di salari più alti durante la stagione alta, grazie all’aumento dei clienti e alle possibilità di lavorare più ore.

Lo stipendio di un cameriere in Italia può variare considerevolmente, è chiaro quindi che fattori come la location, il tipo di ristorante e la stagionalità giocano ruoli cruciali nel determinare i potenziali guadagni.

Confronto con lo Stipendio Minimo

Il confronto tra lo stipendio dei camerieri e lo stipendio minimo legale in Italia offre una prospettiva importante sulla retribuzione nel settore della ristorazione.

Le tipologie contrattuali nel settore turismo in Italia, come riportato nel “2022 Osservatorio Mercato del Lavoro Turismo – XIV Rapporto” dell FIPE, sono principalmente suddivise in contratti a tempo indeterminato e a tempo determinato, con una distinzione significativa tra occupazione a tempo pieno e a tempo parziale.

Ecco un riassunto di queste tipologie contrattuali impiegati in italia fino al 2022:

Contratto a Tempo Indeterminato: Rappresenta il 60,2% del totale dei dipendenti nel settore turismo, con 619.919 unità.

Contratto a Tempo Determinato (Stagionale e Non Stagionale): Costituisce il 39,8% del totale, pari a 410.197 lavoratori.

Occupazione a Tempo Parziale: È la forma di occupazione prevalente, con 560.303 unità che rappresentano il 54,4% del totale dei dipendenti.

Occupazione a Tempo Pieno: Ammonta a 469.812 lavoratori, corrispondenti al 45,6% del totale​​.

Queste statistiche riflettono una significativa diversità nelle modalità contrattuali nel settore turismo in Italia, che comprende anche i lavoratori nel settore della ristorazione, come i camerieri.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli

Richiedi informazioni e scopri i vantaggi esclusivi dei piani di partnership

Ti presentiamo

Corsi prodotti da ed esclusivamente per Convivier. Tu e / o il tuo team avrete accesso a tutti i corsi Business in maniera illimitata, dove e quando vorrete con un abbonamento senza impegni e che si può disdire in qualsiasi momento.