Aprire un Agriturismo: normativa Basilicata

La regione Basilicata regola le attività agrituristiche tramite la legge regionale n.17 del 25 febbraio 2005 e il relativo regolamento attuativo. 

Gli imprenditori agricoli che intendono aprire un agriturismo devono iscrivere la propria azienda all’Elenco regionale degli operatori agrituristici, presentando la documentazione richiesta all’Ufficio regionale competente. 

Questa documentazione include:

  • Certificati catastali
  • Planimetrie aziendali
  • Contratti di possesso o affitto dei terreni
  • Parere della competente azienda sanitaria locale sull’idoneità degli immobili e dei locali
  • Certificato di sana e robusta costituzione fisica e di idoneità all’esercizio dell’attività ricettiva delle persone che la esercitano
  • Certificato di formazione così come previsto dalle disposizioni approvate dalla Giunta Regionale con deliberazione n° 728 del 23/3/2005
  • Documentazione attestante la regolarità delle strutture fisse quali laghetti e maneggi, ove realizzate, nel caso di organizzazione di attività sportive;
  • Tariffe da praticare, rapportate ai periodi di attività nell’anno solare.

 L’iscrizione viene considerata effettuata entro tre mesi dalla presentazione della richiesta, e una volta ottenuta, è possibile procedere con la domanda di esercizio dell’attività agrituristica presso il Comune competente. 

Le caratteristiche relative alla regione Basilicata per gli agriturismi includono:

  • Rapporto di connessione tra attività agrituristica e attività agricola (o di pesca): È richiesta la dimostrazione del collegamento tra l’attività agrituristica e quella principale dell’azienda, presentando un piano aziendale che includa vari elementi.
  • Norme igienico-sanitarie: Gli alloggi agrituristici devono rispettare le norme igienico-sanitarie previste dal regolamento edilizio comunale per le abitazioni.
  • Ospitalità: La capacità ricettiva varia in base all’attività agricola o di pesca dell’azienda, con un massimo di 30 posti letto, elevabile in casi eccezionali.
  • Somministrazione di pasti e bevande: Si richiede l’utilizzo principalmente dei prodotti dell’azienda agricola (almeno il 75%) e la somministrazione non può coinvolgere più di 100 persone per ciclo di pasto.
  • Classificazione degli agriturismi: Gli operatori autorizzati devono esporre una targa identificativa specifica.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Altri articoli

La Crescita degli agriturismi

La Multifunzionalità come Chiave del Successo

Qual è la differenza tra un ristorante e un agriturismo?

Ristoranti in Agriturismi vs Ristoranti Tradizionali: un confronto inaspettato

È così difficile gestire un agriturismo?

Gli otto problemi principali degli agriturismi con ristorazione

Software gestionali per i ristoranti, quale scegliere?

I 9 comandamenti del Marketing per il tuo ristorante

Cosa è il posizionamento di un ristorante?

L’importanza del Branding nel Settore della Ristorazione

Richiedi informazioni e scopri i vantaggi esclusivi dei piani di partnership

Ti presentiamo

Corsi prodotti da ed esclusivamente per Convivier. Tu e / o il tuo team avrete accesso a tutti i corsi Business in maniera illimitata, dove e quando vorrete con un abbonamento senza impegni e che si può disdire in qualsiasi momento.